Artrite

Dentro le mie ginocchia ferisco

 

Per paura di affezionarmi, ferisco e allontano tutti prima io. Io non mi ferisco facilmente sto solo resistendo, sulle mie ginocchia penso sia il momento di aprirmi, non intendo sanguinare quindi accendiamoci, possiamo essere selvaggi se è quel che vuoi, sparami Non posso sopportare di lasciarti andare quindi continua a gettare i tuoi legnetti e le tue pietre preferirei litigare con te per tutta la notte. Rare vacanze che trascorro nella hall degli alberghi con il computer sulle ginocchia, disgustato all’ idea di mettere il naso fuori.

Mi ricordo che dentro alla tasca del mio giubbotto ho ancora una lametta, perché ieri ero così stanca che sono crollata e mi sono dimenticata di toglierla. Quando la nebbia calerà, ed io vedrò il mantello tuo assecondare il vento, alzerò il capo intrappolato tra le mie ginocchia e ti regalerò un sorriso amaro. Dentro le mie ginocchia ferisco.

Abitiamo punti distanti, in mezzo, la Terra di nessuno, inquieta poiché carica di possibilità rischiose, ma per ciò stesso, piena di speranze. E piega le ginocchia e l' uno all' altra ci abbandona. Le mie mani tremano, e il mio sguardo si offusca.

Certe notti vorrei che ci fossi tu. Se resta un' ombra, amore, non sarà l' ombra del peccato. Parlano le ragazze di non è la Rai. I miei occhi scuri setacciano ogni cosa, dall' alto al basso. May 07, · Sulle ginocchia di mio padre: il racconto di Franco La Torre. Quando fuggo la speranza,. May 15, · Con l' aiuto di Federico Vocino massofisioterapista presso il centro Centro Medico Estetico Health Wellness Spa di Milano vediamo dei semplici esercizi. Quando la rosa ferisco,. Perdermi dentro le tue ciglia chiuse, dietro un sogno di.
E nei suoi dedali così oscuri mi sono irrimediabilmente perso. Devo solo capire come contrabbandare le mie medicine in Francia finché non riuscirò a farmele prescrivere direttamente lì, e pregare che l’ apertura del. Dentro le ville dei Casamonica:. Ferisco le mani per rubare pezzi di vetro d' infrante. Io ci vado dentro alla cucina dell’ osteria di mio zio E prendo il vino Ma solo quando me lo dice mio nonno. Le mie lacrime nell' intricato silenzio. Un greto inaridito con salici piangenti a farmi guardia. Il gorilla dentro di me mi blocca le mani, mi insulta per il mio ardire, mi deride ripetendo che dovrei tornare a fare il cuoco, o suicidarmi. E poi con uno sgambetto nelle ginocchia, mi avvio, dritta a pertica,. Tuttavia, le mie radici sono pane ancora fresco che serbo per te: per ogni volta che mi verrai a cercare. Solitudine, Antonia Pozzi. Ma questo è ok, mi va bene così, mi spinge a migliorarmi, a. La pelle tesa delle mie ginocchia. Felice che vi siano piaciute le mie storie, felice di avervi passato immagini e spunti.
Certe notti i pensieri diventano duri, provo ad abbandonare la testa e mi ferisco. Tanto da sentirmi.



Gambe alle crescita

  • Osteocondrosi donne sintomi..


    Deformità secondaria del ginocchio ricurvo